linea HOMEtrasplinea ORARI CORSItrasplinea CALENDARIO STAGE AIKIDO trasplinea CALENDARIO LEZIONI & STAGE SCUOLA DI SPADA GIAPPONESEtrasplinea CONTATTI trasplinea AREA RISERVATA

NEWS:  I Corsi sono iniziati e si può accedere in qualsiasi momento - Visualizza tutti i corsi dello Zanshin Dojo- Novità nell'area riservata

logo linea

Zanshin Dojo

linea

Aikido

Scuola di Spada Giapponese Kobudo

  linea

Katori Shinto Ryu Kenjutsu
Hoki Ryu iado
Katayama Ryu iai-kenjutsu

Giovani Samurai





Corso di Aikido

Maestro Andrea Re 5° Dan
Aikikai di Italia e Aikikai so Hombu Tokyo
Palestra "La Comune"
Via Novara 97, Milano

aikido


Adulti:
lunedì e giovedì dalle 20,00 alle 21,30
mercoledì dalle 10,30 alle 12,00
mercoledì dalle 19,00 alle 20,30
venerdì dalle 12,30 alle 13.30
Palestra "La Comune"
via Novara, 97 - 20153 Milano



Aikido Ragazzi dai 9 anni:
mercoledì dalle 17,00 alle 18,00

Palestra "La Comune"
Via Novara, 97 Milano

Giovani Samurai dagli 11 anni:
mercoledì dalle 18,00 alle 19,00
Palestra "La Comune"
Via Novara, 97 Milano



>> Visualizza e stampa tutti i corsi e gli orari completi dello Zanshin Dojo

I corsi sono aperti a tutte quelle persone di qualsiasi età che cercano una pratica che sia mirata a trovare nel proprio intimo, un incontro pacificante e profondo di sé, per trovare luoghi che oggi tutti cercano ma non sanno più dove trovare.



Cos'è l' Aikido 合 気 道

L'Aikido, non è solo una raffinatissima arte marziale, la sua natura artistica permette a chi la pratica di sviluppare anche armonia e bellezza attraverso il movimento. Nutre e purifica il corpo, porta salute e un contatto profondo con noi stessi, allevia le paure che bloccano il naturale scorrere delle energie, sviluppa l'interiore senso di sicurezza e d'attenzione. Appare a prima vista come un metodo altamente dinamico, rotatorio e ricco di possibilità strategiche. È un sistema per difendersi da un numero vastissimo di attacchi, derivato da una sintesi intelligente e sistematica delle antiche arti del guerriero nipponico, un tempo note sotto il nome comprensivo di Bujutsu.
Questo metodo di difesa, offre innumerevoli tecniche per neutralizzare attacchi lanciati da uno o più avversari.
L'Aikido si basa su strategie e tecniche fondamentali che facilitano il raggiungimento di quella spontaneità e naturalezza spesso spettacolare che per giunta, è accessibile a persone di ogni età e di entrambi i sessi. È una pratica intensa ma divertente che può arrivare a livelli di atleticità notevoli, non trascurando l'idea di difesa personale. Questa disciplina che pesca a piene mani nella cultura giapponese non trasforma i praticanti in persone violente ma in ricercatori del significato e origine del movimento e delle tecniche che caratterizzano questa bellissima Arte Marziale.



A cosa serve, i benefici

L’Aikido si rivela anche come un metodo per rafforzare il corpo e la mente, come mezzo funzionale per fondere le loro rispettive energie in maniera unitaria e coordinata al fine di sviluppare una personalità equilibrata ed integra,
(questo è l’aspetto che interessa maggiormente molte persone che procedono oltre la dimensione marziale di quest’Arte).
Il nome stesso, infatti, significa: la via o metodo (Do) per il coordinamento, la fusione o armonia (Ai) dell’energia vitale (Ki).
Questa pratica quindi, è adatta a tutte le persone di ogni età e sesso, che svilupperanno attraverso di essa un riequilibrio psicofisico totale.

La progressione di studio

Lo studio e la pratica costante delle tecniche fondamentali dell'Aikido vengono ulteriormente approfonditi e perfezionati da esercizi sempre più raffinati.
Attraverso esami di gradi Kyu se ne verifica l'apprendimento corretto, e con gli esami di livello Dan la preparazione marziale, l'equilibrio psicofisico, la tranquillità interiore e la risposta spontanea.
Lo studio delle armi tradizionali sia con avversario che da soli, con il Jo (bastone da 130 cm) con il Bokken (spada di legno), con il Tanto (pugnale di legno), ne completano l'apprendimento.

nikio
Il Dojo di Via Novara

Il Fondatore Ueshiba Morihei

Morihei Ueshiba Coltivò intensamente durante la sua giovinezza lo studio di ogni arte marziale cui avesse l'opportunità di avvicinarsi.
Nel 1912 accettò di trasferirsi nella fredda e nordica isola di Hokkaido, per contribuire alla fondazione di una colonia. Qui incontrò una guida stabile: il maestro Sokaku Takeda, caposcuola dell'antico stile Takeda Ryu, conosciuto anche come Daito-ryu Aikijujutsu.
Fu intorno al 1920 che dovette abbandonare l’Hokkaido per la morte del padre; conobbe lungo il viaggio Onisaburo Deguchi, fondatore della setta Omoto Kyo, che ne influenzó grandemente il cammino spirituale.
Il suo cammino marziale iniziò a distaccarsi progressivamente da quello del maestro Takeda. Risale al 1925 l'episodio che gli fece prendre coscienza di questa sua intima necessità. La sua fama aveva intanto cominciato a diffondersi; gli venne proposto di trasferirisi a Tokyo per insegnare e vi si trasferí nel 1927. La sua nuova arte venne conosciuta col nome di Ueshiba Ryu.
A partire dagli anni 40 venne ufficialmente adottato il nome di Aikido, ma gli eventi bellici ne frenarono l'espansione. Ueshiba Morihei si trasferí ad Iwama, dove si dedicò alla ricerca personale ed al lavoro nei campi, attorniato da un pugno di allievi. Dopo un difficile periodo di stasi postbellica, l'attività a Tokyo riprese e vi fece gradualmente ritorno. Il suo insegnamento cominció a diffondersi dapprima in Giappone e poi nel mondo intero, portatovi dai suoi migliori discepoli. Ueshiba Morihei continuò incessantemente fino alla piú tarda età il suo percorso personale e la sua opera di insegnamento.

"Non guardare a questo mondo con paura e riluttanza. Guarda con coraggio ciò che gli dei offrono" Morihei Ueshiba


Keikogi



costituito da un paio di pantaloni (zubon), da una giacca (uwagi), tenuta chiusa da una cintura (obi) ai piedi ci calzano degli zoori (infradito)



Keikogi per Yudansha

keikogi

costituito da un paio di pantaloni (zubon), da una giacca (uwagi), tenuta chiusa da una cintura (obi). Sopra a tutto si indossa una Hakama. Ai piedi ci calzano degli zoori (infradito)

Obi

trasparenteobi

Hakama

Hakama

Le armi utilizzate

Le armi utilizzate in aikido tradizionalmente includono:

- jo bastone di legno dalla lunghezza compresa fra 1 metro e 20 e 1 metro e 50 con la misura media che si attesta sui 1,28 m;

- bokken (spada di legno),

- tanto (coltello).

trasparente

>> Visualizza il calendario completo

trasparente trasparente
 

Etichetta del dojo

DOJO significa "Luogo del risveglio", o "Luogo dove si pratica la via".

dojo

>>leggi l'approfondimento

  trasparente
 

Newsletter dello Zanshin

principi concetti parole della tradizione Giapponese

newsletter

accedi all'area riservata per scaricare tutte le newsletter

>>area riservata

   

 

 

zanshin

Zanshin Dojo di Andrea Re

Mappa Sito:

linea

Aikido

Sedi Dojo:

linea

Associazione La Comune
via Novara, 97 - 20153 Milano

Centro Opportunità e Movimento
viale Legioni Romane, 23 - 20147 Milano

LINK UTILI:

facebookblogspotYouTube aikikaihokilogologo

Scuola di Spada Giapponese Kobudo

Giovani Samurai

Credits: www.giuliareghellin.com